DETRAZIONE FISCALE 50% & 65%

Detrazioni fiscali valide fino al 31 Dicembre 2015

 

                oppure  

 

Con l'approvazione della Legge di Stabilità per il 2014 (L. 147/2013) e successiva sua pubblicazione nella GURI n. 302 del 27.12.2013 Suppl. Ord. n. 87 viene confermata la proroga delle detrazioni fiscali per interventi diristrutturazione e riqualificazione energetica negli edifici. In particolare si prevede per la detrazione fiscale IRPEF del 50% delle spese per la ristrutturazione degli edifici la proroga fino al 31 dicembre 2014 e nella misura del 40% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2015, confermando il tetto massimo di spesa di 96.000 euro e la ripartizione in 10 rate annuali. Le detrazioni per ristrutturazione, comprensive dell'art. 4, comma 1, lettera h (interventi per risparmio energetico)possono essere effettuate semplicemente sull'acquisto del prodotti senza dover necessariamente effettuare opere di manutenzione straordinaria. Viene prorogata anche la detrazione fiscale pari al 65% per gli interventi di miglioramento dell'efficienza energetica (Ecobonus), così, per le spese documentate sostenute fino al 31 dicembre 2014 (o fino al 30/06/2015 per le ristrutturazioni delle parti comuni dei condomini o di tutte le unita immobiliari dell'edificio condominiale), spetterà la detrazione dell'imposta lorda per una quota pari al 65%, ripartita in 10 quote annuali di pari importo. In tal caso risulta necessaria l'asseverazione di un professionista, che attesti il miglioramento dell'efficienza energetica dell'edificio.

Dal 1° gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2015 (o fino al 30/06/2016 per le ristrutturazioni delle parti comuni dei condomini o di tutte le unita immobiliari dell'edificio condominiale), spetterà la detrazione dell'imposta lorda per una quota pari al 50%, con medesime modalità.

 

CONTO TERMICO

 

  

Con il Decreto Ministeriale del 28/12/2012è stato introdotto il "Conto Termico", che mette a disposizione dei fondi anche per il settore delle biomasse. Sarà possibile conseguire un incentivo economico a fronte dell'acquisto di generatori di calore alimentati da biomasse (stufe, caldaie, termocaminetti, ecc.), in sostituzione di impianti di riscaldamento già esistenti. Il "GSE", Gestore Servizi Energetici è l'ente cui è stato assegnato il compito di valutare le domande ed erogare i contributi.

f t g